Glossario di Endocrinologia
(in costruzione e pefezionamento)

Acne (Acne)
Manifestazione cutanea, con presenza di comedoni, pustole e papule, dovuta a un’infiammazione di origine batterica del follicolo pilosebaceo, secondaria all’aumentata produzione di sebo.
E’ ormono dipendente, ed è dovuta o a un aumento in circolo di androgeni, o a un’aumentata sensibilita’ pilosebacea a livelli normali di androgeni in circolo. Più frequente la localizzazione al volto e al torace.

Acromegalia (Acromegaly)
Quadro patologico, caratterizzato da un’aumentata secrezione dell’ormone della crescita ( GH ) e secondariamente di IGF1, fattore di crescita, prodotto in particolar modo dal fegato, dopo lo sviluppo puberale. Si caratterizza in particolare per l’ingrossamento di ossa e organi interni e da alterazioni glicometaboliche. La causa e’ quasi sempre un adenoma ipofisario, ma puo’essere anche secondaria una produzione extraipofisaria di tipo paraneoplastico.

Adenoma ipofisario (Pituitary adenoma)
Tumore benigno dell’ipofisi. E’ di gran lunga il tumore ipofisario piu’ frequente. Puo’ secernere o meno ormoni. Se le dimensioni sono superiori al centimetro si definisce, macroadenoma, sotto il centimetro, parliamo di microadenoma.

Adenoma surrenalico (Adrenal adenoma)
Tumore benigno del surrene, spesso scoperto in modo occasionale durante esami di diagnostica per immagini dell’addome, da cui il termine incidentaloma. Puo’ non essere secernente o secernere Cortisolo o Aldosterone.

Adenoipofisi (Adenohypophisis)
Lobo anteriore dell’ipofisi, che deriva da un diverticolo ectodermico dell’orofaringe, tasca di Rathke. La produzione ormonale e’ costituita da: GH, PRL, ACTH, FSH, LH, TSH.

Adrenalina (Adrenaline)
Ormone prodotto dalla midollare del surrene. Fa parte del gruppo delle Catecolamine. Il suo precursore e’ la Noradrenalina.
La sua secrezione avviene in risposta a esercizio fisico, ipoglicemia, interventi chirurgici, infarto del miocardio, emorragie e negli stress in generale.

Adrenarca (Adrenarche)
Corrisponde a quella fase che oscilla tra i 6 e i 7 anni nella femmina e i 7 e 8 nel maschio, in cui vi e’ un incremento progressivo della produzione di androgeni da parte del surrene nella zona reticolare della corticale. Gli androgeni sono il DHEA , il DHEA-S e l’Androstenedione.
Questi ormoni sono importanti per la comparsa dei peli pubici e ascellari.

Agoaspirato della Tiroide (Fine Needle Agobiopsy of Thyroid) FNAB
Esame di semplice esecuzione e sostanzialmente privo di effetti collaterali. Si effettua mediante l’utilizzo di un ago sottile che per via per cutanea, raggiunge l’area nodulare tiroidea, preferibilmente sotto guida ecografica, permettendo cosi’ il prelievo di un campione citologico, tale da consentire la diagnosi di benignita’ o malignita’ della lesione, in un alta percentuale di casi.

Aldosterone (Aldosterone)
Ormone mineralcorticoide, prodotto dalla zona glomerulare della corticale del surrene.
Esplica la sua azione a livello del tubulo renale favorendo il riassorbimento del sodio e l’escrezione del potassio. Il maggior assorbimento del sodio favorisce un maggior assorbimento di acqua.
La secrezione di aldosterone e’ stimolata dal sistema renina-angiotensina , dal potassio, dall’ACTH, dallla serotonina e dalla vasopressina. Azione inibente invece da parte della dopamina e dall’ormone natriuretico atriale.

Amenorrea (Amenorrhea)
Puo’ essere primaria, quando il flusso mestruale non compare entro i 16 anni, e secondaria quando la sua assenza e’ superiore ai tre mesi in donne con precedenti flussi mestruali spontanei.
A seconda della normale, ridotta o aumentata produzione di gonadotropine possono essere classificate in forme normo, ipo o ipergonadotrope.

Anovulatorio (Anovulatory)
Viene definito tale un ciclo mestruale in cui non avviene l’ovulazione.

Astenospermia (Asthenospermia)
E’ la condizione in cui la percentuale di spermatozoi mobili presenti nel liquido seminale e’ inferiore al 50%.

Azoospermia (Azoospermia)
E’ definita tale la completa assenza di spermatozoi nel liquido seminale.

Bifosfonati (Bisphosphonate)
Categoria di farmaci utilizzati nel trattamento dell’osteoporosi, bloccanti il riassorbimento osseo.

Bromocriptina (Bromocriptine)
Farmaco ad azione dopamino agonista, utilizzato, nel trattamento delle iperprolattinemie, attualmente come seconda scelta.

Cabergolina (Cabergoline)
Farmaco ad azione dopamino agonista, utilizzato come prima scelta nel trattamento delle iperprolattinemie. Si lascia attualmente preferire alla bromocriptina, in quanto piu’ efficace e meglio tollerato.

Calcitonina (Calcitonin)
Ormone prodotto dalle cellule parafollicolari della tiroide, blocca il riassorbimento di calcio a livello osseo, antagonizzando l’azione del Paratormone. E’ utilizzato come marcatore tumorale, nel carcinoma midollare della tiroide.

Carcinoma Anaplastico della Tiroide (Anaplastic Thyroid Carcinoma)
Tumore maligno della tiroide, ad alto grado di aggressivita’, con metastasi locali e a distanza, e comunque molto raro. Le cellule non producono tireoglobulina e non sono iodocaptenti. Nella maggior parte dei casi costituisce l’evoluzione di un tumore differenziato. La prognosi e’ infausta

Carcinoma Follicolare della Tiroide (Follicular Thyroid Carcinoma)
Definito insieme al papillifero come tumore differenziato. Deriva dalle cellule follicolari e rispetto al papillifero e’ meno frequentema puo’dare piu’ facilmente metastasi a distanza, per tale motivo e’ un po’ piu’ aggressivo del carcinoma papillifero, anche se la prognosi e’ sostanzialmente buona soprattutto in relazione alla precocita’ della sua diagnosi.

Carcinoma Midollare della Tiroide (Medullary Cancer of Thyroid)
Tumore derivante dalle cellule parafollicolari della tiroide. Meno frequente dei tumori differenziati. Puo’ presentarsi in forma sporadica o familiare, quest’ultima a trasmissione autosomica dominante. Marcatori del carcinoma sono soprattutto la Calcitonina e in misura minore il CEA. Puo’ dare metastasi linfonodali e a distanza. La prognosi dipende molto dalla precocita’ della diagnosi.

Carcinoma Papillifero della Tiroide (Thyroid Papillary Carcinoma)
Fa parte unitamente al carcinoma follicolare dei tumori differenziati della tiroide. E’ il tumore tiroideo piu’ frequente. Prende origine dalle cellule follicolari .
Rispetto al carcinoma follicolare ha una minore aggressivita’ avendo meno tendenza alle metastasi a distanza e maggiore ai linfonodi latero cervicali. L’andamento e’ poco aggressivo e la prognosi sostanzialmente buona.

Cinacalcet (Cinacalcet)
Farmaco ad azione agonista del recettore del calcio, ne mima l’azione, bloccando la produzione di Paratormone. Indicato nell’iperparatiroidismo primario da carcinoma delle paratiroidi, e nel iperparatiroidismo secondario a insufficienza renale cronica terminale.

Ciproterone acetato (Cyproterone acetate)
Progestinico ad azione antiandrogena. Agisce a livello recettoriale contrastando in modo competitivo il legame del diidrotestosterone.
Molto utilizzato nelle donne, nella terapia dell’irsutismo unitamente all’etinilestradiolo.

Clomifene citrato (Clomiphene citrate)
Farmaco utilizzato quale induttore dell’ovulazione.
Ha un’azione antiestrogenica, legandosi in modo competitivo con i recettori degli estrogeni.
Grazie a tale meccanismo, stimola la produzione del GNRH a livello ipotalamico, stimolando cosi’ le gonadotropine ipofisarie e favorendo di conseguenza la maturazione follicolare e la successiva ovulazione.

Corticoliberina ( Corticotropin Realising Hormone ) CRH
Fattore di rilascio prodotto dall’ipotalamo, a livello del nucleo paraventricolare, a struttura polipeptidica. Stimola la produzione di ACTH.

Ormone Adrenocorticotropo (Adrenocorticotropic Hormone) ACTH
Ormone adenocorticotropo, a struttura proteica, prodotto dall’adenoipofisi a partire dal suo precursore POMC (prooppiomelanocortina) .
Stimola la secrezione degli ormoni della corticale del surrene, glicocorticoidi, mineralcorticoidi, androgeni. La sua secrezione e’ stimolata dal CRF, fattore di rilascio ipotalamico.

Cortisolo (Cortisol)
Ormone steroideo glicoattivo prodotto dalla zona fascicolata della corticale del surrene.

Criptorchidismo (Cryptorchidism)
Assenza di uno o entrambi i testicoli, in sede scrotale, come conseguenza di un blocco della loro discesa lungo le normali vie anatomiche.

Cromogranina A (Chromogranin A)
E’ una proteina, considerata un importante marcatore dei tumori neuroendocrini.
Appartiene alla famiglia delle cromogranine, che sono presenti nei granuli secretori delle cellule di origine neuroendocrina.

Deidroepiandrosterone (Dehydroepiandrosterone) DHEA
Ormone androgeno steroideo, prodotto dalla corteccia surrenale, a livello della zona reticolare e in piccola quantita’ anche dall’ovaio.

Deidroepiandrosterone-solfato (Dehydroepiandrosterone-sulfate) DHEA-S
Ormone androgeno steroideo, prodotto nella corteccia surrenale a livello dela zona reticolare, a partire dal DEA che e’ il suo precursore

Densitometria ossea con tecnica a raggi X (Bone densitometry technique X-ray) DEXA
Densitometria a raggi X a doppia energia.
Consente di misurare il contenuto minerale delle ossa.
E’ una tecnica molto utilizzata e attendibile per la diagnosi di’osteoporosi.

Diabete insipido (Diabetes insipidus)
Patologia caratterizzata da incapacita’ del rene a concentrare le urine, o per un deficit di ADH, ormone antidiuretico prodotto della neuroipofisi, o per una insensibilita’ dei tubuli renali all’ormone stesso.
Nel primo caso parliamo di diabete insipido centrale, nel secondo caso di diabete insipido renale

Diabete mellito (Diabetes)
Malattia caratterizzata da un’alterazione del metabolismo glucidico, proteico e lipidico, dovuto o a un deficit di produzione di insulina da parte del pancreas ( Diabete tipo 1 ) o a una sua cattiva utilizzazione ( Diabete tipo 2 ), tale che a digiuno i valori della glicemia siano uguali o superiori a 126 mg/dl, o superiori a 200 mg/dl due ore dopo carico orale di glucosio.

Diidrotestosterone (Dihydrotestosterone)
Ormone androgeno molto piu’ potente del Testosterone, da cui viene prodotto, per azione di un enzima chiamato 5 alfa redattasi. Per la maggior parte e’ prodotto a livello periferico, in misura minore a livello testicolare e in minima quantita’ a livello surrenale.

Ecografia Tiroidea (Thyroid ultrasound)
E’ un esame diagnostico di fondamentale importanza per lo studio della tiroide. Mediante l’utilizzo di ultrasuoni trasmessi da una sonda consente lo studio della ghiandola, consentendo l’individuazione e la caratterizzazione strutturale dei noduli, e una valutazione della struttura del parenchima ghiandolare. Di estrema utilita’ per guidare i prelievi agobioptici sui noduli. L’esame e’ operatore dipendente.

Emoglobina glicosilata (Glycated hemoglobin) HbA1c
Il dosaggio di tale parametro consente una misura del compenso glicemico nei 3 mesi precedenti l’esame .

Ermafroditismo (Hermaphroditism)
Condizione molto rara, in cui, nella stessa persona, si verifica la contestuale presenza di tessuto ovarico e testicolare. Se i due tessuti sono presenti nello stesso organo, si parla di ovotestis. E’ peraltro possibile che siano presenti entrambi le gonadi, con la presenza di un testicolo e un ovaio nei lati opposti

Estradiolo (Estradiol)
E' un’ormone steroideo prodotto soprattutto dalle cellule della granulosa dell'ovaio, dal testicolo e in quantitativo minimo, dalla corteccia surrenalica.

Eutiroidismo (Euthyroid)
Condizione caratterizzata da una normale funzione tiroidea, con un normale livello in circolo di ormoni tiroidei.

Feocromocitoma (Pheochromocytoma)
Tumore delle cellule cromaffini, che nella maggior parte dei casi e’ benigno e in minima percentuale maligno. Puo’ essere sporadico che e’ la forma piu’ frequente, o piu’ raramente familiare La localizzazione piu’ frequente e’ la midollare del surrene e in minima parte puo’ localizzarsi a livello dei paragangli presenti dalla carotide alla pelvi, da qui il nome di paraganglioma. Le sue caratteristiche principali sono l’ipertensione arteriosa e l’aumentata secrezione di catecolamine.

Galattorrea (Galactorrhea)
Secrezione lattiginosa o da parte dei dotti galattofori mammari al di fuori del periodo di allattamento nella donna e puo’ essere presente anche nell’uomo. Puo’ essere spontanea o provocata. L’aumento dei livelli di Prolattina e’ causa di galattorrea.

Ginecomastia (Gynecomastia)
Aumento di volume della ghiandola mammaria nei maschi.
E’ conseguenza di un alterato equilibrio tra androgeni ed estrogeni, dovuto o a un’aumentata produzione di estrogeni o a una ridotta secrezione di androgeni o a una ridotta azione di quest’ultimi. Puo’ verificarsi in condizioni fisiologiche, come durante lo sviluppo puberale o essere espressione di patologie endocrine come ad esempio la sindrome di Klinefelter o malattie non endocrine come la cirrosi epatica e l’insufficienza renale.

Gonadoliberina (Gonadotropin Realising Hormone) GNRH
Fattore di rilascio ipotalamico, prodotto soprattutto a livello del nucleo arcuato, va a stimolare la secrezione di gonadotropine LH e FSH, da parte dell’adenoipofisi.

Gozzo (Goiter)
Aumento diffuso o nodulare della tiroide. La funzione ghiandolare puo’ essere normale, aumentata o ridotta.

Glucagone (Glucagon)
Ormone peptidico, prodotto dalle cellule alfa delle insule pancreatiche, in risposta allo stimolo ipoglicemico, aumentando i livelli della glicemia.
Antagonizza gli effetti dell’insulina. Stimola la gluconeogenesi e la glicogenolisi epatica.

Impotenza (Impotence)
Incapacita’ ad iniziare mantenere e portare a termine un rapporto sessuale con un orgasmo, in modo persistente o ripetuto.
Le cause possono essere diverse, e possono essere divise in endocrine, vascolari, neurologiche, da farmaci, e da malattie sistemiche gravi.

Indice di Ferriman e Gallwey (Ferriman-Gallwey score)
E’ una modalita’ di valutazione clinica dell’irsutismo.
In base alle caratteristiche quantitative dei peli in varie zone del corpo, viene attribuito un punteggio. A seconda del punteggio ottenuto, si puo’ caratterizzare il grado d’irsutismo in lieve, moderato e grave.

Insufficienza surrenalica secondaria (Secondary adrenal insufficiency)
Condizione patologica in cui si verifica un deficit di secrezione degli ormoni della corticale del surrene, secondario a un deficit parziale o totale di ACTH per lesioni coinvolgenti l’asse ipotalamo ipofisi. Puo’ essere associato o meno un deficit delle altre tropine ipofisarie. Puo’ riconoscere anche cause iatrogene come nel caso della sospensione di terapie con cortisonici di durata prolungata e con alti dosaggi.

Insulina (Insulin)
Ormone proteico ad azione ipoglicemizzante, prodotto dalle cellule beta delle insule pancreatiche in seguito allo stimolo glicemico. Favorisce l’utilzzazione del glucosio da parte dei tessuti. Interviene anche nel controllo del metabolismo dei grassi e delle proteine.

Iperaldosteronismo primario (Primary hyperaldosteronism)
Quadro clinico determinato da aumentata produzione di aldosterone da parte della corticale del surrene. Puo’ essere dovutoa a un adenoma, un carcinoma, un iperplasia mono o bilaterale. Si caratterizza per ipertensione arteriosa ipopotassiemia, ipersodiemia e aldosterone alto con renina bassa.

Iperparatiroidismo primario (Prymary hyperparathyroidism)
Condizione clinica legata all’aumentata produzione di Paratormone da parte delle paratiroidi, con conseguente aumento dei livelli della calcemia. Le cause vanno individuate negli adenomi singoli o multipli, nell’iperplasia diffusa e nei carcinomi.

Ipertiroidismo (Hyperthyroidism)
E’ una condizione clinica determinata dall’aumento in circolo degli ormoni tiroidei per aumentata sintesi ghiandolare. Tra queste forme abbiamo il morbo di Basedow e il nodulo tossico.

Ipertricosi (Hypertrichosis)
E’ l’eccesso di peli nelle zone dove, nel sesso femminile. sono normalmente presenti, ma non significativamente visibili.

Ipofisite autoimmune (Autoimmune hypophisitis)
Processo infiammatorio su base autoimmune che coinvolge l’adenoipofisi. E’ frequente il riscontro, mediante la tecnica di immunofluorescenza indiretta, di positivita’ per gli anticorpi diretti contro uno o piu’ tipi di cellule ipofisarie. E’ una delle cause di ipopituitarismo e puo’ associarsi ad altre patologie autoimmuni.

Ipogonadismo (Hypogonadism)
Quadro clinico determinato dala ridotta secrezione ormonale delle gonadi maschili (testicoli) e femminili (ovaie). Vengono individuate la forma ipergonadotropa, ( come la sindrome di Klinefelter e la sindrome di Turner) , quando il problema riguarda primitivamente la gonade, e la forma ipogonadotropa, secondaria ad alterazioni ipotalamo ipofisarie ( come il macroadenoma ipofisario e il craniofaringioma).

Ipoparatiroidismo (Hypoparathyroidism)
E’ una condizione clinica determinata da una ridotta produzione di Paratormone da parte delle paratiroidi, con un quadro di ipocalcemia associato a iperfosforemia.
Tra le cause citiamo, la forma post tiroidectomia che e’ quella piu’ frequente, le forme idiopatiche, quelle dovute a disgenesia delle paratiroidi, e quelle secondarie a processi infiltrativi e radiazioni del collo.

Ipopitutarismo (Hypopituitarism)
Condizione clinica secondaria a una riduzione della funzione dell’adenoipofisi, con ridotta secrezione di ormoni. Si parla di ipopituitarismo parziale, quando il deficit interessa solo alcune tropine ipofisarie. Quando invece si verifica un deficit di tutte le tropine ipofisarie, si parla di panipopituitarismo.

Ipotiroidismo (Hypothyroidism)
Condizione clinica, in cui l’effetto degli ormoni tiroidei e’ ridotto o per una diminuita produzione primaria della ghiandola o per una ridotta secrezione di TSH o di TRH, o per una resistenza generalizzata dei tessuti bersaglio.

Irsutismo (Hyrsutism)
Presenza, nella donna, di peli lunghi e pigmentati, in zone dove normalmente non dovrebbero essere presenti ( mento, guance, torace, addome, dorso, glutei )

Macroprolattina (Macroprolactin)
E’ un complesso ad alto peso molecolare tra la Prolattina e una immunoglobulina, biologicamente inattivo. E’ causa di pseudoiperprolatinemia.

Malattia di Addison (Addison’s disease)
Definita anche come insufficienza surrenale primaria.
Patologia rara, che spesso e’ su base autoimmune ma puo’ riconoscere anche altre cause , in particolare infettive, ma anche vascolari o infiltrative..
Il quadro clinico e’ espressione del deficit degli ormoni prodotti dalla corteccia surrenale, e puo’ presentarsi in forma acuta o cronica. Tra i suoi aspetti piu’ caratteristici la melanodermia, secondaria all’iperincrezione di ACTH.

Malattia di Cushing (Cushing’s disease)
Condizione patologica in cui si verifica una iperproduzione di Cortisolo, secondario a un adenoma ipofisario ACTH secernente o a una ipersecrezione di CRH da parte dell’ipotalamo.

Menarca (Menarche)
Epoca di comparsa del primo flusso mestruale. Sancisce l’inizio dell’attivita’ riproduttiva della donna.

Menopausa (Menopause)
E’ il momento del termine fisiologico dell’attivita’ riproduttiva della donna, indicato dalla scomparsa definitiva del ciclo mestruale.

Metformina (Metformin)
Farmaco utilizzato nella terapia del diabete di tipo 2, e trova indicazione nelle forme in cui e’ presente insulino-resistenza. Favorisce una maggiore captazione del glucosio a livello muscolare, riducendone la produzione a livello epatico.

Metimazole (Metimazole)
Farmaco bloccante la sintesi degli ormoni tiroidei. E’ indicato nelle condizioni di ipertiroidismo.

Morbo di Graves’ (Graves’ disease)
Malattia autoimmune organo-specifica, caratterizzata dalla presenza di ipertiroidismo, gozzo diffuso , frequente oftalmopatia, e la presenza in circolo degli anticorpi anti- recettore del TSH.

Neuroipofisi (Neurohipophysis)
E’ la zona posteriore dell’ipofisi, costituita dalle terminazioni assoniche a partenza dal nucleo sopraottico e paraventricolare dell’ipotalamo. Produce due ormoni peptidici l’ormone antidiuretico atriale ( ADH o AVP) e l’ossitocina.

Nodulo tiroideo (Thyroid nodule)
Aumento di volume circoscritto della tiroide. Nella maggior parte dei casi e’ di natura benigna, e solo in una piccola percentuale, risulta essere di tipo tumorale. A seconda delle dimensioni e della localizzazione ghiandolare, puo’ essere piu’ o meno visibile e palpabile. All’esame scintigrafico puo’ risultare ipercaptante o caldo, se funzionalmente iperattivo, oppure ipocaptante o freddo se funzionalmente non attivo.

Octreotide (Octreotide)
Analogo della somatostatina, utilizzato in endocrinologia in particolar modo nella terapia dell’acromegalia e dei tumori neuroendocrini.

Oftalmopatia tiroidea (Thyroid Ophthalmopathy)
E’ il complesso di alterazioni riguardanti le strutture oculari , cornea, congiuntiva e nervo ottico, e quelle extraoculari, con interessamento di palpebre e muscoli extraoculari. E’riscontrabile in pazienti con patologie autoimmuni tiroidee, come il morbo di Basedow e la tiroidite di Hashimoto

Oligomenorrea (Oligomenorrhea)
E’ considerata un’irregolarita’ del ritmo mestruale, che si verifica quando l’intervallo tra un flusso mestruale e il successivo e’ superiore ai trentacinque giorni e inferiore ai tre mesi

Oligospermia (Oligospermia)
E’ riferito alla concentrazione di spermatozoi, presenti nel liquido seminale, inferiore al valore normale individuato in 20 milioni/ml.

Ormone Adrenocorticotropo (Adrenocorticotropic Hormone) ACTH
Ormone a struttura proteica, prodotto dall’adenoipofisi a partire dal suo precursore POMC (prooppiomelanocortina) .
Stimola la secrezione degli ormoni della corticale del surrene, glicocorticoidi, mineralcorticoidi, androgeni. La sua secrezione e’ stimolata dal CRF, fattore di rilascio ipotalamico.

Ormonene Follicolostimolante (Follicle Stimulating Hormone) FSH
Ormone a struttura glicoproteica, prodotto dall’adenoipofisi. Svolge nell’uomo una funzione di stimolo sui tubuli seminiferi. Unitamente all’ LH, favorisce la maturazione degli spermatozoi.
Nella donna, controlla la maturazione follicolare ovarica, unitamente all’LH, stimola la produzione di estrogeni dai follicoli. La sua attivita’ e’ fondamentale per un ciclo mestruale regolare.

Ormone Luteotropo (Luteinizing Hormone) LH
Ormone a struttura glicoproteica, prodotto a livello dell’adenoipofosi. Svolge nell’uomo una funzione di stimolo sulla produzione di testosterone da parte delle cellule di Leydig, e insieme all’FSH interviene nella maturazione degli spermatozoi.
Nella donna, agisce unitamente all’FSH nella regolazione del ciclo ovarico. Interviene in particolare nella produzione di estrogeni, progesterone e androgeni ovarici. Il picco di produzione a meta’ ciclo, determina l’ovulazione

Ormoni Tiroidei (Thyroid hormones)
Sono la Triodotironina e la Tetraiodotironina. Per la loro sintesi e’ fondamentale la captazione dello iodio da parte delle cellule follicolari tiroidee, questo successivamente viene ossidato nel lume follicolare andandosi poi a legare ai residui tirosinici della tireoglobulina, formando cosi’ le monoiodotirosine e le diodotirosine. A seconda di come queste andranno poi ad accoppiarsi, si formeranno le triiodotironine e le tetraiodotironine, sempre legate alla tireoglobulina, nella colloide del lume follicolare. Successivamente attraverso un meccanismo chiamato pinocitosi le cellule follicolari assorbono la colloide. Nel citoplasma cellulare, avvengono dei processi di idrolisi grazie ai quali, si ottiene la formazione e la liberazione di triiodotironina ( T3 ) e tetraiodotironiana ( T4 ) in circolo.

Ormone Tireostimolante (Thyroid Stimulating Hormone) TSH
Ormone glicoproteico, prodotto a livello dell’adenoipofisi. Stimola il trofismo e la funzione della tiroide.

Ossitocina (Oxitocin)
Ormone peptidico prodotto dalla neuroipofisi. Interviene nei meccanismi del parto stimolando la contrazione della muscolatura liscia uterina. Importante altresi’, e la funzione a livello dei dotti galattofori, favorendo la contrazione delle cellule muscolari e l’eiezione del latte.

Osteoporosi (Osteoporosis)
E’ una condizione patologica, in cui si verifica la progressiva riduzione della massa ossea tale da determinare una maggiore fragilità dello scheletro, con un aumento del rischio di fratture.
In base alle indicazioni dell’'Organizzazione Mondiale della Sanità ( OMS) per definire l’ osteoporosi si fa riferimento a un parametro T-score, che sta a indicare la densita’ ossea, a livello femorale o vertebrale, espresso in deviazioni standard ( SD) al di sopra o al di sotto della densita’ ossea normale di una popolazione giovane. Si parla di osteoporosi quando il T-score e’ inferiore a -2.5 (SD).

Ovulazione (Ovulation)
E’ il rilascio dell’ovocita maturo dall’ovaio che avviene intorno al quattordicesimo giorno del ciclo mestruale, in corrispondenza del picco di produzione di estrogeni ovarici e con conseguente picco di LH.

Paratormone (Parathormone) PTH
Ormone peptidico, prodotto dalle paratiroidi, interviene nel controllo del metabolismo del calcio, ed esplica la sua azione a livello osseo, renale e intestinale.

Pegvisomant (Pegvisomant)
Farmaco utilizzato nel trattamento dell’acromegalia, agisce quale bloccante il recettore del GH.
E’ una valida alternativa agli analoghi della somatostatina, nei pazienti resistenti o scarsamente responsivi a questi.

Progesterone (Progesteron) Pg
Ormone steroideo sintetizzato dalle ovaie e dal surrene. Viene prodotto in minima quantita’ nella prima meta’ del ciclo mestruale, mentre diventa significativa la sua produzione nella seconda meta’ da parte del corpo luteo, definita appunto luteinica o progestinica. La sua azione e’ fondamentale per creare le condizioni adatte per la fecondazione della cellula uovo e consentirne il suo annidamento a livello dell’endometrio, consentendo cosi’ l’inizio della gravidanza.

Prolattina (Prolactin) Prl
E’ un ormone polipeptidico prodotto a livello dell’adenoipofisi dalle cellule lattotrope. Ha la funzione di promuovere la lattazione . Un controllo inibitorio sulla prolattina e’ esercitato dalla dopamina, mentre stimolatorio dal TRH e dal VIP (peptide intestinale vasoattivo )

Propiltiouracile (Propylthiouracil)
Farmaco bloccante la sintesi degli ormoni tiroidei ,riduce anche la trasformazione periferica di T4 a T3, ed e’ indicato nell’ipertiroidismo.

Proteina legante gli ormoni sessuali (Sex Hormone Binding Protein) SHBG
Glicoproteina di trasporto degli ormoni sessuali, prodotta a livello epatico.

Pseudoginecomastia (Pseudoginecomastia)
E’ costituita dall’accumulo di grasso a livello della mammella maschile, da distinguere dalla ginecomastia vera.

Puberta’ (Puberty)
E’ la fase di sviluppo dell’organismo, durante la quale ha inizio e si completa lo sviluppo sessuale, con inizio della fase riproduttiva, che corrisponde alla comparsa del menarca nella donna e alla produzione di sperma nell’uomo. Durante questa fase si ha uno sviluppo psicofisico con il raggiungimento della statura definitiva. L’epoca di inizio della puberta’ maschile e’ tra i 9 e i 14 anni, di quella femminile e’ tra gli 8 e i 13 anni. Prima di tale periodo si puo’ cominciare a parlare di puberta’ precoce, dopo di puberta’ ritardata.

Renina (Renin)
E’ un enzima proteolitico, prodotto dalle cellule iuxtaglomerulari del rene, che mediante la produzione dell’Angiotensina I e II , stimola la secrezione di Aldosterone da parte della zona glomerulare del surrene.

Scintigrafia con octreotide marcato (Octreoscan)
Indagine utilizzata nella diagnostica dei tumori neuroendocrini. Utilizza l’Octreotide , analogo della somatostatina, marcato con l’Indio111.

Scintigrafia Tiroide (Thyroid scintigraphy)
Indagine che utilizza i radioisotopi I123 e Tc99, e la capacita’ delle cellule follicolari tiroidee di captarli. Fornisce informazioni di tipo morfofunzionale. Puo’ mettere in evidenza aree di diffusa o focale ipercaptazione, come nelle forme di ipertiroidismo tipo Morbo di Basedow e nodulo “caldo”, e aree di captazione ridotta o assente, come nei noduli ipocaptanti o freddi.

Sildenafil (Sildenafil)
Farmaco utilizzato in diverse forme di disfunzione erettile.E’un inibitore della fosfodiesterasi tipo 5
Favorisce il rilasciamento della muscolatura liscia dei corpi cavernosi del pene, cui fa seguito un maggiore afflusso di sangue arterioso e contemporaneamente un blocco del deflusso venoso, determinando cosi’ l’erezione.

Sindrome della “sella vuota” ( “Empty Sella” sindrome )
E’ una definizione riferita a un riscontro neuroradiologico, determinata da un diverticolo aracnoideo, che si estende all’interno della sella turcica dove e’ alloggiata l’ipofisi. Il diverticolo puo’ comprimere in maniera molto significativa l’ipofisi, assottigliandola estremamente, per cui in questo caso si parla di sella vuota totale, o determinare una compressione minore, tale da definire il quadro di sella vuota parziale. La funzione ipofisaria puo’ risentirne in misura dell’entita’ della compressione.

Sindrome di Klinefelter (Klinefelter’s syndrome)
Disgenesia gonadica caratterizzata dalla presenza di uno o piu’ cromosomi X soprannumerari, nella forma classica il cariotipo e’ 47XXY. Il quadro clinico classico e’ quello dell’ ipogonadismo ,tra i segni caratteristici si riscontrano: i testicoli piccoli e duri, l’azoospermia, la ginecomastia, le alterate proporzioni tra i segmenti scheletrici, con alta statura, gonadotropine alte e testosterone basso. Varianti della forma classica come i mosaicismi, presentano un quadro clinico meno grave.

Sindrome di Turner (Turner’s syndrome)
Disgenesia gonadica, che nella forma classica, e’caratterizzata dalla mancanza di un cromosoma X, per cui il cariotipo e’ 45X0. Il fenotipo e’ femminile, con presenza di immaturita’ degli organi genitali, e ovaie di tipo fibroso senza follicoli. Tra i segni caratteristici della sindrome, abbiamo: l’amenorrea primaria, la bassa statura e frequenti alterazioni scheletriche, somatiche e viscerali, riscontro laboratoristico di gonadotropine alte.Varianti della forma classica, come i mosaicismi, presentano un quadro clinico meno grave.

Sindrome dell’ovaio policistico (Polycystic Ovary Sindrome) PCOS
E’ una disfunzione endocrina che puo’ essere individuata secondo i criteri stabiliti nel 2003, dal gruppo di ricerca dell’ESHRE/ASRM ( European Society for Human Reproduction and Embriology/American Society for Reproductive Medicine ): oligoovulazione e/o anovulazione , iperandrogenismo clinico o biochimico, ovaie policistiche ecograficamente evidenziate.

Sindrome di Cushing (Cushing’s syndrome)
Si definisce cosi’, il quadro clinico dovuto ad un eccesso di glucocorticoidi, caratterizzato da obesita’ tronculare, facies a luna piena con eritrosi, stiae rubrae, arti assottigliati per ipotrofia dei muscoli, gobba di bufalo, ipertensione arteriosa, ridotta tolleranza al glucosio o diabete mellito, osteoporosi e nelle donne irsutismo e irregolarita’ del ciclo mestruale.
Tra le possibili cause: un adenoma ipofisario ACTH secernente, una produzione ectopica di ACTH o CRH, un adenoma o un carcinoma secernente del surrene, una iperplasia nodulare surrenalica o una eccessiva assunzione di glucocorticoidi.

Somatoliberina (Growth Hormone Releasing Hormone) GHRH
Fattore di rilascio ipotalamico, a struttura peptidica, viene sintetizzato nel nucleo arcuato. Stimola la produzione dell’ormone della crescita da parte dell’adenoipofisi.

Somatomedine (Somatomedin) IGF
E’ un gruppo di peptidi, con una struttura simile all’insulina. Il loro produzione e’ stimolata principalmente dall’ormone della crescita di cui ne costituiscono un mediatore anabolico. Vengono prodotte soprattutto a livello epatico, ma anche a livello renale e cartilagineo.

Somatostatina (Somatostatin)
Ormone polipeptidico, prodotto a livello ipotalamico. Inibisce in particolar modo ipofisario va ad inibire la secrezione dell’ormone della crescita e in misura minore quella del TSH. Viene prodotto anche in altre sedi come il pancreas dove inibisce la secrezione di Insulina e Glucagone, e come lo stomaco, dove ha tra le altre, un’azione inibitoria sulla produzione di gastrina. Tra le altre sue funzioni anche una riduzione del flusso a livello gastrointestinale ed epatico

Somatotropo (Growth Hormone) GH
Ormone della crescita, a struttura proteica, prodotto dall’adenoipofisi. Importante per la crescita fino al completamento dello sviluppo puberale, dove un suo deficit e’ causa di bassa statura. Riveste un ruolo importante anche nell’adulto, in particolare per l’attivita’ cardio-respiratoria e per l’equilibrio tra massa magra e massa grassa, favorendo l’aumento della prima e la riduzione della seconda.

Spermatogenesi (Spermatogenesis)
E’ il processo di maturazione , che avvene nei tubuli seminiferi dei testicoli, che porta alla formazione dei gameti maschili, gli spermatozoi.

Tadalafil (Tadalafil)
Farmaco utilizzato in diverse forme di disfunzione erettile. E’un inibitore della fosfodiesterasi tipo 5. Favorisce il rilasciamento della muscolatura liscia dei corpi cavernosi del pene, cui fa seguito un maggiore afflusso di sangue arterioso e contemporaneamente un blocco del deflusso venoso, determinando cosi’ l’erezione. A differenza del Sildenafil e del Vardenafil , ha un’emivita piu’ lunga.

Telarca (Thelarche)
Segno di sviluppo puberale, nella donna, caratterizzato dallo sviluppo della ghiandola mammaria.

Terapia radiometabolica con I-131 (Radioiodine I-131 therapy)
Consiste nella somministrazione del radioisotopo I-131 a dosi terapeutiche. Viene praticata nel trattamento di patologie benigne, come il morbo di Basedow, e il nodulo tossico, e in patologie maligne come i carcinomi differenziati della tiroide, sia per l’ablazione del residuo tiroideo post tiroidectomia, che per il trattamento delle metastasi.

Testosterone (Testosterone) T
E’ un ormone steroideo del gruppo degli androgeni.
E’ prodotto a livello testicolare dalle cellule di Leydig nell’uomo e a livello della teca ovarica nella donna . Viene prodotto in misura minima anche dalla corteccia surrenalica a livello della zona reticolare.

Tireoglobulina (Thyroglobulin) Tg
E’ una glicoproteina costutuente la maggior parte della colloide del follicolotiroideo, da cui vengono sintetizzati gli ormoni.
E’ utilizzata quale marcatore tumorale, nel follow up dei tumori differenziati della tiroide.

Tireoliberina (Thyrotropin Releasing Hormone) TRH
Ormone prodotto dall’ipotalamo, stimolante la produzione di TSH da parte dell’adenoipofisi. Ha un’azionedi stimolo anche sulla Prolattina

Tireotossicosi (Tireotoxicosis)
Aumento in circolo degli ormoni tiroidei. Puo’ essere dovuto ad un’aumentata sintesi ormonale da parte della tiroide, essere la conseguenza di distruzione delle cellule follicolari, o secondario ad assunzione di ormoni tiroidei.

Tiroidite acuta (Acute thyroiditis)
E’ un infiammazione acuta della tiroide, molto rara, ad eziologia piu’ frequentemente batterica, e piu’ raramente micotica o parassitaria. Si caratterizza per una tumefazione tiroidea a possibile evoluzione ascessuale molto dolente ed eritematosa, associata a febbre, leucocitosi e ves alta, possibile un aumento di ormoni tiroidei in circolo per distruzione cellulare.

Tiroidite di Hashimoto (Hashimoto’s thyroiditis)
Infiammazione cronica della tiroide ad eziologia autoimmune.
Puo’ essere associata a una funzione ghiandolare normale ridotta o piu’ raramente aumentata.
Puo’ essere presente o meno gozzo.
Si caratterizza per l’incremento degli anticorpi anti tireoglobulina e anti tireoperossidasi.
Possibile e non infrequente l’associazione con altre malattie autoimmuni.

Tiroidite di Riedel (Riedel’s thyroiditis)
Infiammazione cronica della tiroide, molto rara e a eziologia sconosciuta. Si caratterizza per la presenza di spiccata e diffusa fibrosi ghiandolare, con tendenza ad infiltrare gli organi vicini. La tiroide appare estremamente dura, e’ presente ipotiroidismo per distruzione follicolare, e sono prevalenti i sintomi compressivi.

Tiroidite postpartum (Postpartum thyroiditis)
Infiammazione della tiroide che si manifesta in genere entro i 6 mesi successivi al parto. Puo’ essere considerata una forma di tireopatia autoimmune, clinicamente silente, con una fase iniziale di ipertiroidismo seguita da una di ipotiroidismo successivamente da un quadro eutiroideo.
La remissione funzionale e’ presente nella maggior parte dei casi, a volte peraltro puo’ residuare un quadro di ipotiroidismo.

Tiroidite subacuta o di De Quervain (Subacute thyroiditis)
E’ un infiammazione di tipo granulomatoso della tiroide, a verosimile eziologia virale.
Inizio clinico improvviso, con dolore locale, associato o meno a gozzo, spesso irradiato all’orecchio, ed evocato alla palpazione e/o deglutizione, e’ presente malessere generale e febbre, aumento di Ves e PCR alte possibile un incremento degli ormoni tiroidei per lisi cellulare. Spesso si risolve spontaneamente in un periodo da 2 a 3 mesi. A volte puo’ residuare un ipotiroidismo.

Tumori Neuroendocrini (Neuroendocrine tumor)
Gruppo eterogeneo di neoplasie, originanti dalle cellule neuroendocrine, gruppo di cellule con caratteristiche delle cellule endocrine e nervose, aventi una localizzazione praticamente ubiquitaria. I tumori che da esse prendono origine possono avere un vario grado di differenziazione e interessare diversi distretti. I piu’ frequenti sono quelli gastroenteropancreatici e quelli toracici.

Vardenafil (Vardenafil )
Farmaco utilizzato in diverse forme di disfunzione erettile.E’un inibitore della fosfodiesterasi tipo 5
Favorisce il rilasciamento della muscolatura liscia dei corpi cavernosi del pene, cui fa seguito un maggiore afflusso di sangue arterioso e contemporaneamente un blocco del deflusso venoso, determinando cosi’ l’erezione

Varicocele (Varicocele)
Dilatazione varicosa delle vene spermatiche, con presenza di reflusso. Piu’ frequente al lato sinistro.
Viene distinto in base all’entita’, come subclinico, di I, II e III grado.
Spesso associato ad alterazioni del liquido seminale, che ne suggeriscono la correzione per via chirurgica o mediante la scleroembolizzazione.

Vasopressina (Vasopressin)
Ormone antidiuretico, a struttura peptidica.
E’ prodotto dai neuroni del nucleo sopraottico e paraventricolare dell’ipotalamo.
Da questi nuclei viene trasportato tramite gli assoni alla neuroipofisi e da qui in circolo.
La sua funzione e’ di aumentare il riassorbimento di acqua a livello renale riducendo la diuresi.

 

Dott. Sergio Di Martino - 2009 © tutti i diritti riservati

homepage curriculum contatti archivio news